IO NON SONO MATTO! Cronaca semiseria dei un concerto dei NOBRAINO

IO NON SONO MATTO! Cronaca semiseria dei un concerto dei NOBRAINO
di Laura Velardi

NOBRAINO alla Rassegna “Gli Incantevoli”

Dove: Urban Live Music Club, Perugia

Quando: Sabato 17 marzo, ore 23.00

Line up:

  • Lorenzo Kruger – voce
  • Néstor Fabbri – chitarra
  • Bartok – basso
  • Il Vix – batteria
  • David Jr. Barbatosta – tromba,chitarra

Info:

Sito ufficiale Nobraino

Pagina Myspace

Ascolta “I signori della corte”

Lo schermo non rende, è fallace. Me ne rendo conto fin troppo presto, all’incirca quando Lorenzo Kruger dichiara di bere sul palco “vino rosso con ghiaccio”, versandolo poco dopo sulla testa di un felicissimo fan a suo dire troppo chiassoso. Kruger è l’irrefrenabile frontman dei Nobraino, gruppo rock salito alla ribalta negli ultimi anni sul panorama indipendente italiano. La restante parte dei Nobraino, che conta tre musicisti fissi ed un “aspirante Nobraino”, il povero trombettista sullo sfondo, non fatica certo a contenere la carica dei testi e delle linee melodiche delle canzoni, rapidi e istantanei squarci su una realtà illogica ma non priva di ironia.

E’ così che irrompono sulla scena i brani dell’ultimo album dall’anomalo titolo di “Disco d’Oro” (2012), carichi di personaggi paradossali e storie surreali: si va dal bagnino avido di conquiste teutoniche di Bademeister a Beatrice, la Ballerina straordinaria, fino allo strano narratore della sferzante Nottambula. Nonostante il gruppo tocchi anche linee melodiche morbide e ballabili (Cesso di vivere, Cani e porci), l’intero concerto mantiene alto il livello dell’energia nell’aria, complici sicuramente le mattate di un Kruger sempre più preoccupante.

Non faccio nemmeno in tempo a chiedermi se la mia perplessità deriva dallo snobismo musicale proprio di chi ama la musica classica, che vedo il pubblico pogare, accerchiando il cantante che, nonostante i numerosi bodysurfing sulla folla adorante, continua a cantare imperterrito. La serata si conclude con una delle canzoni più famose del gruppo, I signori della corte, vorticosa nei ritmi e nel testo ossessivo ma al contempo profondo e riflessivo. Si tratta di un incontro con il destino: l’episodio è descritto da un pagliaccio di corte scottato dalla vita, che chiude lì il sipario poichè la vita è un’ombra che cammina e il destino un treno non disposto a deragliare per seguire i propri sogni.

Se ti è piaciuta questa recensione, leggi anche la recensione del concerto delle SORELLE MARINETTI  qui


Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

laura.aina@gmail.com

One Response to “IO NON SONO MATTO! Cronaca semiseria dei un concerto dei NOBRAINO” Subscribe

  1. Laura Velardi 4 aprile 2012 at 22:26 #

    c’è un refuso, la formazione dei nobraino era inizialmente di quattro componenti, poi si è aggiunto l’aspirante nobraino! … insomma così come è scritto sulla sinistra, ovviamente! deve essermi sfuggito ;)

Lascia una risposta