Buona spinta del petrolio sulla scia dell’accordo OPEC

brokerContinua a consolidare piccoli rialzi il petrolio, con il supporto posto a 50 dollari al barile che per il momento sembra resistere all’impatto delle pressioni al ribasso. Evidentemente, riteniamo, gli investitori guardano alla prospettiva che l’accordo tra Paesi OPEC e non-OPEC sulla riduzione dell’offerta sia rispettato, anche se sul mercato resta una certa dose di scetticismo. D’altronde, non è certo la prima volta che il mercato vede configurarsi un’intesa tra le parti OPEC ed esterne al cartelle, e non è certo la prima volta che queste attese vengono smentite dalla realtà dei fatti.

Ad ogni modo, attualmente non ci si può che limitare ad osservare quel che sta accadendo sui mercati internazionali delle materie prime. In merito, le indicazioni di tagli alla produzione da parte dei paesi OPEC (Arabia Saudita prima e Iraq poi) e le attese di rafforzamento della domanda cinese stanno sostenendo il petrolio, e potrebbe essere così ancora a lungo se non vi saranno delle notizie negative sui fronti di cui sopra.

Rileviamo inoltre come il ministro del petrolio dell’Iraq, Jabar Ali al-Luaibi, abbia annunciato la scorsa settimana, un ulteriore taglio di 40.000 barili al giorno oltre a quello di 170.000 barili già effettuato confermando la volontà dei membri del Cartello di mantener fede all’impegno preso. In precedenza, la Famiglia Saudi aveva, tramite Saudi Aramco, allertato i propri clienti asiatici di una riduzione delle proprie quantità in consegna.

Insomma, per il momento sembra che i supporti siano positivi, e che nei prossimi mesi gli impulsi siano buoni. Purtroppo, i rischi al ribasso non sono certo oggetto di esclusione: vigileremo pertanto attentamente sull’evoluzione del trend.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi