Fare affari in Russia: da dove iniziare

La storia millenaria, l’architettura munita di un fascino unico, le leggende e la cucina, le contraddizioni e i mille aspetti hanno contribuito a rendere la Russia uno dei paesi più affascinanti del mondo. Non è quindi una novità se molte persone non desiderano altro che andare a vivere in Russia lavorandoci stabilmente e creandosi una rete di relazioni sociali che possa farli sentire degli autoctoni al cento per cento.

E in effetti questa nazione, di possibilità da offrire ne ha eccome: nata come patria per eccellenza di pensatori e scrittori, la San pietroburgoRussia è via via divenuta una delle realtà più attraenti presso cui poter fare business, una realtà preda di aspiranti investitori, brulicante di manager ed economicamente sempre più forte per via delle enormi ricchezze naturali che cela nel suo sottosuolo. Chiedere un visto per la Russia per iniziare a sondare il terreno e gettarvi le basi di un progetto di vita, quindi, non può che essere una mossa davvero azzeccata!

Essendo il paese più grande del mondo in termini di estensione, è naturale che ci siano territori molto diversi fra loro che fanno comunque capo all’amministrazione russa. Per questa ragione occorrerebbe valutare preventivamente il pezzo di terra verso il quale si vogliono dirigere le proprie attenzioni e le proprie aspirazioni di investimento: se le lande della Siberia e più in generale quelle orientali sono anche le più povere, diverso è invece il caso delle grandi metropoli che tra Mosca e San PietroBurgo (ma anche Krasnoyarsk, Barnaul, Petropavlovsk e Ulan-Ude) sanno offrire possibilità di successo decisamente più palpabili.

Occhio però, perchè per trasferirsi per un periodo superiore ai tre mesi non c’è mica un solo visto per la Russia! Per far sì che il sogno di emigrare in Russia possa diventare realtà è perciò necessario scegliere fra tre tipologie di visto: quello studentesco, quello lavorativo e quello per affari.

  • Visto studentesco – Come dice il nome stesso, si tratta di un tipo di visto pensato appositamente per quegli studenti che giungono in loco per uno scambio culturale o per iniziative autorizzate da parte di una istituzione scolastica del luogo. Questo visto ha una validità estesa per tutto il tempo necessario alla conclusione degli studi.

  • Visto lavorativo – Tale visto è adatto per quanti decidono di recarsi in Russia per lavorare. Per questa ragione viene concesso agli stranieri che hanno un lavoro ufficiale o civile contrattato direttamente sul territorio russo e, in termini di durata, garantisce una validità di dodici mesi iniziali che saranno poi prorogabili per tre anni.

  • Visto per affari – Ad occhio potrebbe sembrare un visto uguale a quello lavorativo, eppure quello “per affari” risponde a delle necessità differenti: questa tipologia di permesso viene richiesta da coloro i quali hanno intenzione di investire in Russia per dar vita ad attività commerciali. Queste attività non devono però avere una durata di lungo termine, quanto invece rispondere a delle necessità temporali piuttosto ridotte (è in sostanza il visto elaborato per quei manager che si recano in Russia per partecipare a riunioni, sedute d’affari, mostre, fiere, convegni e via dicendo). Il visto per affari ha una validità che va dai trenta giorni fino ai dodici mesi e può essere utilizzato per entrare in Russia anche più di una volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi