Laringite, definizione e sintomi

La laringite è un’infiammazione della laringe, in seguito a una sollecitazione eccessiva, irritazione o infezione. All’interno della laringe ci sono le corde vocali – due piccole pieghe della mucosa che ricoprono il muscolo e la cartilagine. Normalmente, le corde vocali si aprono e si chiudono dolcemente, permettendo di generare suoni attraverso il loro movimento e la loro vibrazione.

Tuttavia, con la laringite, le corde vocali si infiammano o si irritano. Questo gonfiore provoca la distorsione dei suoni prodotti dall’aria che li attraversa. Come risultato, la voce suona rauca e, in alcuni casi di laringite, la voce può diventare quasi impercettibile.

La laringite può essere di breve durata (acuta) o di lunga durata (cronica). La maggior parte dei casi di laringite sono scatenati da un’infezione virale temporanea o da un ceppo vocale e non sono gravi. La raucedine persistente può talvolta segnalare una condizione medica di base più grave, che sarebbe evidentemente opportuno condividere con il proprio medico curante.

Per quanto attiene i sintomi, nella maggior parte dei casi i sintomi della laringite durano meno di un paio di settimane e sono causati da qualcosa di minore, come un virus. Meno spesso, i sintomi della laringite sono causati da qualcosa di più grave o di lunga durata. I segni e i sintomi della laringite possono includere raucedine, perdita di voce o voce debole, sensazione di solletico e crudezza della tua gola, mal di gola, gola secca e tosse secca.

Come noto, di norma la laringite non determina particolare preoccupazione, ma in alcuni casi è consigliabile vedere un medico. È dunque possibile gestire i casi più acuti di laringite con alcuni trattamenti di auto-cura, come il riposo della voce e l’abbondanza di liquidi. L’uso intensivo della voce durante un episodio di laringite acuta può danneggiare le corde vocali, e sarebbe dunque opportuno concedersi un po’ di riposo, in tal senso.

Di contro, è necessario prendere tempestivamente un appuntamento con un medico se i sintomi della laringite durano più di due settimane, e se si hanno altri sintoi come problemi di respirazione, sangue in gola, febbre che non accenna a sparire, dolore che aumenta, problemi di deglutizione.

Particolare attenzione bisognerà essere riposta nel caso in cui il bambino genera rumorosi suoni respiratori acuti e acuti durante l’inalazione, ha problemi di deglutizione, ha difficoltà a respirare, ha una febbre superiore a 39,4 gradi.

Questi segni e sintomi possono indicare una groppa, ovvero una infiammazione della laringe e delle vie aeree appena sotto di essa. Anche se la groppa può di solito essere trattata a casa, i sintomi gravi richiedono attenzione medica. Questi sintomi possono anche indicare epiglottite, un’infiammazione del tessuto che funge da coperchio (epiglottite) per coprire la trachea, che può essere letale per bambini e adulti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi