Lavorare di più per lavorare meglio: il segreto (dubbio) del CEO di Yahoo

yahoo-76684_960_720Volete migliorare le vostre prestazioni lavorative? Secondo il CEO di Yahoo, Marissa Mayer, non vi sono dubbi: il segreto è nel lavorare di più e, possibilmente, 130 ore alla settimana. Un segreto inconfessabile che, tuttavia, è di dubbia efficacia. Tant’è che – sottolineano i più critici, l’azienda della Mayer sta per essere risucchiata nel vortice della Verizon, e il suo ruolo è quanto meno in bilico.

“Chi scrive di Google dubita che questa abitudine al lavoro duro sia inevitabile” – ha affermato il top manager durante una recente intervista (Mayer era stata una delle prime dipendenti di Google) – “Qualcuno si chiede addirittura se sia possibile lavorare 130 ore alla settimana. La mia risposta è sì, è possibile”. Ma in che modo è realmente possibile lavorare così tanto? “Bisogna sapersi organizzare bene. Pianificare quando dormi, quando fai la doccia e anche quanto spesso vai in bagno”.

Insomma, un approccio particolarmente duro che, sottolinea la Mayer, è il top per ottenere grandi risultati. E che il top manager si trascina dietro da diversi anni, replicando tale impostazione anche quando, nel 2012, ha preso la guida di Yahoo, quasi contemporaneamente alla nascita del primo figlio. “La società non poteva permettersi di avere un amministratore delegato che rimaneva a casa quattro o sei mesi, quindi il bambino è entrato nella mia vita quotidiana” – ha poi proseguito la Mayer, ricordando che per quattro mesi il bimbo è stato con lei in ufficio, anche quando rispondeva agli analisti. In questo modo, la manager ha raggiunto e superato le 130 ore alla settimana di lavoro.

Rimane da comprendere una domanda ancora più importante: ne vale la pena?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi