L’estate fa ingrassare i bambini: ma è proprio vero?

bambinoProbabilmente sono i gelati di troppo o forse la pausa che ci si concede dall’attività fisica praticata durante il resto dell’anno, fatto sta che diversi studi hanno provato che i bambini, durante l’estate, aumentino di peso. A confermarlo di recente è stata una ricerca condotta dagli studiosi dell’Harvard School of Publich Health di Boston, secondo cui ci sarebbe uno stretto legame tra la chiusura delle scuole durante il periodo estivo e un aumento di peso da parte dei bambini con età compresa tra i 5 e i 12 anni.

Sembra che la causa sia dovuta a tutta una serie di diverse ragioni, come la rilassatezza dei ritmi familiari che contraddistingue le giornate estive, o come la mancanza di orari da rispettare e di una routine da portare avanti. Per non parlare poi del fatto che durante l’estate, rimanendo più tempo a casa e avendo più tempo libero a propria disposizione, si è inevitabilmente più invogliati a consumare uno snack o a rimanere seduti per diverse ore a guardare la TV. Tutti questi cambiamenti nello stile di vita del bambino (ma anche di un adulto) sarebbero per l’appunto complici del suo aumento di peso.

A parte il premunirsi con delle t-shirt più larghe e magari rese originali con delle etichette termoadesive e stirabili, resistenti tra l’altro anche ai frequenti lavaggi e stirature, ciascun genitore farebbe bene a mettere in atto tutte quelle misure che invece evitino l’aumento di peso nel proprio figlio. E farlo non è neanche troppo difficile.

Prima di tutto bisogna continuare a dare un certo ritmo alla quotidianità rispettando la prima colazione, il pranzo, la cena e gli spuntini a cui si era abituati durante il resto dell’anno. Bisogna poi fare attenzione affinché una abbondante idratazione non venga mai a mancare (una idratazione a cui sarebbe preferibile ottemperare con della sana acqua o dei succhi di frutta, anziché con delle bevande gassate e caloriche!). In estate è anche importante mantenere un’alimentazione che sia abbondante ma al tempo stesso leggera, che dia sostanzialmente modo di muoversi senza sentirsi troppo appesantiti: via libera dunque a frutta e verdura e a qualche gelato alla frutta solo di tanto in tanto.

Qualche utile precauzione, insomma, può aiutare ogni genitore a comportarsi meglio non solo nei confronti del proprio ruolo, ma anche e soprattutto verso i figli. Del resto è risaputo che per garantire loro una buona salute futura è fondamentale iniziare ad intervenire quando si è ancora in tempo utile per farlo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi