Mal di testa, ne soffre più del 10 per cento della popolazione mondiale

Secondo quanto affermano gli ultimi dati statistici ufficiali, il 12 per cento della popolazione mondiale soffre di emicrania, e il 3 per cento soffre di cefalea cronica. Un dato che rende il mal di testa la terza causa più invalidante del Pianeta, con un’incidenza maggiore nei confronti delle donne, evidentemente le più colpite quando si tratta di questa condizione. Ma da cosa può nascere il mal di testa?

Ricondurre in un breve elenco le principali cause del mal di testa non è certo semplice, visto e considerato che, limitandoci alle cause primarie, è possibile individuare cefalea intensiva o a grappolo, o emicrania. Estendendo poi il discorso alle secondarie, in cui il sintomo del mal di testa è la conseguenza di altre patologie, troviamo condizioni intra o extra craniche, e di varia natura (l’emorragia cerebrale, l’ipertensione arteriosa, ecc.).

Ebbene, secondo quanto afferma un recente report (Global Burden of Diseases Survey), i giorni che sono vissuti con disabilità nell’intero arco della propria esistenza, vedono le cefalee al terzo posto. “La sindrome emicranica è caratterizzata da una predisposizione biologica, spesso su base familiare, verso lo sviluppo della crisi. Sia fattori esogeni come l’esposizione prolungata al sole, il freddo intenso, le variazioni meteo, sia fattori endogeni come lo stress emotivo, le variazioni cicliche degli ormoni della sfera riproduttiva o il digiuno, possono essere responsabili della singola crisi” – dichiara Francesco Pierelli, presidente della Società Italiana per lo studio delle Cefalee (SISC).

Per chi soffre di mal di testa, è importante cercare di domandare il consulto a un medico esperto in cefalee, che possa giungere in tempi rapidi a una corretta diagnosi e, dunque, a terapie in grado di ridurre la frequenza e l’intensità del problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi