Manutenzione periodica di un mouse wireless

wireless mouseLa manutenzione periodica del mouse è un’attività importante, ma non particolarmente gravosa. Come avviene per qualsiasi altro oggetto che abbiamo in ufficio, effettuare una regolare manutenzione del mouse consente di utilizzarlo sempre al meglio delle sue prestazioni. Inoltre avremo così una periferica che durerà di più nel tempo, visto che lo sporco, gli eventuali residui o altre problematiche comuni possono ridurre sensibilmente la durata di un oggetto tecnologico.

La pulizia prima di tutto

Un mouse è un dispositivo di puntamento ottico. Perché funzioni nel modo migliore possibile la pulizia ha la sua parte di importanza. Nella parte sottostante della periferica possiamo notare dei piedini laterali, che permettono di mantenere il mouse leggermente sollevato dalla superficie del mouse pad e, nella zona centrale, un piccolo foro entro cui è presente una luce Led o laser, protetta da delle lenti. Tutte queste parti andrebbero pulite regolarmente, più o meno spesso a seconda dell’utilizzo che se ne fa. Per rimuovere lo sporco dai piedini è sufficiente usare un panno morbido, che in alcuni casi può essere necessario inumidire con un prodotto detergente, di quelli senza risciacquo e adatto ad essere utilizzato sulla plastica. Per quanto riguarda le lenti sul puntatore vero e proprio si possono pulire con un bastoncino cotonato, leggermente umido se si notano incrostazioni. Ogni residuo che rimane sulle lenti può causare in ritardo nel funzionamento del mouse, o anche ridurne la precisione. Per questo motivo è bene utilizzare sempre materiali che non producano sottili fili o detergenti senza residui, che vanno comunque perfettamente asciugati.

Il resto della scrivania

La motivazioni per cui un mouse si sporca sono correlate anche alla situazione di conservazione della scrivania, del mouse pad, o anche all’abitudine di utilizzare il dispositivo con le mani non perfettamente pulite. Per evitare che si formino incrostazioni è sempre bene avere le mani pulite quando si usa questa periferica, e perfettamente asciutte, in modo da non causare la prematura morte della periferica a causa dell’umidità eccessiva a cui la si espone. Mantenere la scrivania spolverata e in ordine consente anche di ridurre l’usura dei piedini e di evitare incrostazioni. Lo stato di conservazione del mouse pad è altrettanto importante, per le medesime motivazioni. Se il tappetino è usurato o rovinato è consigliabile sostituirlo. –nel caso in cui si faccia un utilizzo intensivo del mouse conviene anche avere a disposizione un tappetino di alta qualità, in materiale rigido e altamente riflettente.

Le batterie

Molte persone utilizzano mouse senza filo, con batterie ricaricabili. I prodotti datati possono mostrare la necessità di sostituire periodicamente tali batterie, perché alla lunga potrebbero cominciare a non tenere più la carica. I modelli di ultima generazione invece, come quello presentato sul sito di Tech Source, permettono un utilizzo continuativo del mouse senza doversi preoccupare delle batterie. Questo tipo di dispositivi infatti hanno al loro interno componenti di alta qualità, che di solito sopravvivono per vari anni, senza necessitare di sostituirli. I mouse con il cavo non hanno al loro interno alcun tipo di batteria, quindi non necessitano di questo tipo di attenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *