Quali sono le qualità che un “capo” deve avere

competenze managerVi siete mai domandati quali siano le qualità che un capo deve avere? Cosa distingue un buon manager da un manager inadatto? Soluzioni Srl propone  corsi di formazione per preposti che potrebbero colmare eventuali carenze nelle proprie competenze. Abbiamo individuato per voi 5 skill che riteniamo essere indispensabili. Vediamole insieme!

Comunicazione

Un capo deve badare grande attenzione alla comunicazione. D’altronde, il manager / preposto dovrà comunicare spesso con ciascuno dei dipendenti e collaboratori, con colleghi e clienti, con top manager e dirigente. Per ciò, si ha bisogno di una certa dose di efficacia e di capacità nel comunicare, oltre che -ovviamente – avere qualcosa che meriti di essere comunicato. Ma la sostanza non è sufficiente: se sapete cosa state facendo e non riuscite comunque a comunicarlo correttamente a nessun altro, non sarete mai un buon manager.

Capacità di ascolto

Questo elemento potrebbe essere inteso come parte integrante nella comunicazione, ma in realtà bisognerebbe affrontarla separatamente (come stiamo facendo) considerato che è straordinariamente importante. Alcuni manager rimangono infatti talmente impressionati dalle loro capacità oratorie che… trascorrono molto più tempo a raccontare alle persone, piuttosto che ascoltare. Abbiate invece cura di sviluppare con attenzione il vostro grado di ascolto, poiché l’ascolto è l’unico modo che avete per scoprire davvero cosa sta succedendo nella vostra organizzazione, ed è anche l’unico modo in cui imparerete ad essere un manager migliore.

Scoprire la verità

Più alto si viene collocati nella gerarchia aziendale, e meno probabilità avrete di essere in contatto con la realtà dei fatti. I manager hanno infatti tante cose da fare, e spesso le persone che comunicano con loro tendono a indorare ogni notizia. L’unico modo per ottenere la verità è dunque insistere alla ricerca di essa, ascoltando ciò che le persone vi dicono e facendo domande specifiche. Sviluppate fonti di informazione al di fuori della catena di comando e ascoltatele regolarmente. Assicuratevi di conoscere la verità, anche se non sempre vi porterà buone notizie.

Empatia

È un lato collegato alla capacità di ascolto e alla verità. Dovreste infatti essere in grado di capire come si sentono le persone, perché si sentono in quel modo e cosa potete fare per farle sentire diversamente. L’empatia è particolarmente importante quando avete a che fare con i clienti: se riuscirete a pensarla come loro, sarete già a ottimo punto. Identica importanza sarà rivestita per l’empatia nei confronti di collaboratori e dipendenti.

Persuasione

Mettete insieme tutte e quattro le abilità precedenti, perché ne avrete bisogno quando cercherete di persuadere qualcuno a fare qualcosa che volete fare. Che stiate cercando di convincere i vostri dipendenti a dare uno sforzo aggiuntivo, il vostro capo di darvi un budget maggiore, o i vostri clienti ad accettare qualcosa che volete fare per loro, la persuasione vi verrà in sostanziale aiuto.

Infine, tenete conto che nessuna di queste capacità sarà mai acquisita per sempre. Ogni elemento “vincente” nel preposto potrà essere migliorato e sviluppato con specifici corsi di formazione: pensateci bene, ne vale della vostra carriera!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi