In uscita i nuovi dati sull’inflazione

Tempo di nuovi aggiornamenti statistici per quanto concerne l’inflazione. In Francia, l’istituto nazionale di statistica ha dichiarato che la stima finale sull’inflazione rilevata nel corso del mese di agosto ha confermato l’accelerazione di due decimi di punto percentuale a 0,9 per cento sull’indice nazionale e a 1,0 per cento su quello armonizzato.

Nel mese di agosto, peraltro, i prezzi al consumo sono altresì confermati in aumento di 0,5 per cento mese su mese (a 0,6 per cento mese su mese sull’indice armonizzato) dopo essere calati di -0,3 per cento su base mensile a luglio (-0,4 per cento su base mensile su quello armonizzato). Nei prossimi mesi l’inflazione dovrebbe oscillare attorno allo 0,8 per cento, sottolineano i principali analisti, per poi rallentare a inizio 2018 sulla scia di un effetto statistico sfavorevole.

Si attendono invece i dati di inflazione per quanto concerne il mercato italiano. Stando a quanto suggeriscono le previsioni dei principali osservatori nazionali, nel nostro Paese la lettura definitiva dei prezzi al consumo di agosto dovrebbe confermare la prima stima, con una crescita dell’inflazione a 1,2 per cento sul NIC e a 1,4 per cento sull’indice armonizzato e un aumento dei listini nel mese di tre decimi sulla misura nazionale e di un decimo sull’IPCA.

I rincari sono da intendersi per buona parte di natura essenzialmente stagionale e dovrebbero essersi riscontrati soprattutto nel settore dei trasporti e delle spese per il tempo libero. In prospettiva, l’indice di variazione dei prezzi al consumo è previsto crescere ulteriormente, riaccelerando di qualche decimo di punto percentuale da qui a fine anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *