Area euro, torna a crescere la produzione industriale

eurozonaCosì come avvenuto in buona parte dei Paesi, anche il dato aggregato di area euro manifesta un buono sviluppo. La produzione industriale è infatti cresciuta di 0,2 punti percentuali mese su mese a ottobre dopo il calo di 0,5 per cento su base mensile che era stato riscontrato nel corso del mese precedente.

Il dato appare essere in linea con le attese dei principali analisti internazionali, così come peraltro giustificato dall’analisi dello spaccato settoriale, che mostra un calo di produzione in particolare nel settore dei beni di consumo durevoli (- 1,9 per cento su base mensile) ed in minor misura nei beni capitali (-0,3 per cento su base mensile). La crescita acquisita per i mesi finali di quest’anno è ora di 0,3 per cento trimestre su trimestre dopo +1,2 per cento su base trimestrale. È possibile, quindi, che il PIL cresca a ritmi meno sostenuti rispetto ai mesi estivi (+0,6 per cento su base trimestrale).

Le indagini di fiducia a ottobre e novembre segnalavano una tenuta dell’attività. I PMI per dicembre in uscita nelle prossime ore dovrebbero fornire delle indicazioni chiare sulla resilienza del comparto industriale.

Tra gli altri dati macro economici di principale riferimento pubblicati in queste ore, spicca anche quello relativo alla crescita degli occupati, che è accelerata in media all’1,7 per cento anno su anno nel terzo trimestre dell’anno, contro un precedente 1,6 per cento su base annua. Sul trimestre gli occupati crescono di 0,4 per cento su base trimestrale. Le indagini di fiducia indicano una nuova accelerazione della creazione di posti di lavoro a fine 2017 inizio 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *