Cosa sono i disturbi di panico

Il disturbo di panico è un problema diagnosticato nelle persone che sperimentano spontaneamente attacchi di panico apparentemente fuori da contesti di tensione o di ansia, e sono molto preoccupati per la paura di un attacco ricorrente. Gli attacchi di panico si verificano in modo imprevisto, a volte anche quando ci si risveglia dal sonno. Di solito inizia in età adulta (dopo i 20 anni), ma non è raro che anche i bambini possano riscontrarlo, sperimentando comunque dei sintomi simili al panico.

Stando a quanto suggeriscono le statistiche, nelle economie occidentali circa il 2-3% delle persone manifesta il disturbo di panico in un anno ed è due volte più comune nelle donne che negli uomini. Il disturbo di panico può interferire molto con la vita quotidiana, facendo sì che le persone riducano la propria capacità lavorativa, visitino molti specialisti ed evitino situazioni in cui temono di subire un attacco di panico. L’interferenza è maggiore quando le persone soffrono anche di agorafobia.

Molte persone non sanno che il loro disturbo è reale e dunque altamente reattivo al trattamento. Alcuni hanno paura o imbarazzo nel dire a chiunque, inclusi i loro medici e alle persone care, ciò che provano per paura di essere considerati ipocondriaci. Invece soffrono in silenzio, prendendo le distanze da amici, familiari e altre persone che potrebbero essere d’aiuto o di sostegno.

Ricordiamo in tale proposito come il disturbo si verifica spesso con altri disturbi mentali e fisici, inclusi altri disturbi d’ansia, la depressione, la sindrome dell’intestino irritabile, l’asma o l’abuso di sostanze. Un mix di determinanti che potrebbe complicare l’ottenimento di una diagnosi corretta da parte dei propri medici.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi